Il futuro di legami con la Cina dipenderà dalla reciproca sensibilità: India

0
9

Pechino: India lunedì che il futuro del suo rapporto con la Cina dipenderà dalla reciproca sensibilità di "altro's esigenze fondamentali" e alla corretta gestione delle differenze è stata di vitale importanza per le relazioni bilaterali di diventare un fattore di stabilità in un mondo incerto.

Parlando al 4 ° India-Cina Media Forum, Affari esteri Ministro S Jaishankar ha detto che i leader dei due paesi hanno concordato che il "le differenze non devono diventare controversie".

Il suo commento è venuto giorni dopo la Cina contestato Ladakh essere fatta in un Territorio dell’Unione europea e ha chiesto l’India e il Pakistan per evitare azioni che "unilateralmente di cambiare lo status quo" e acuire le tensioni.

Jaishankar anche espresso preoccupazione per l’India's deficit commerciale bilaterale del commercio e chiamato per un maggiore accesso all’India's farmaceutici e di prodotti e servizi nel mercato interno Cinese.

Jaishankar, che ha incontrato il Vice Presidente Cinese Wang Qishan la mattina, ha detto che hanno discusso la situazione globale in continua evoluzione e il più grande di riequilibrio che riflette l’ascesa di India e Cina, come due grandi paesi in via di sviluppo.

Con riferimento al suo incontro con il Ministro degli Esteri Cinese Wang Yi, Jaishankar ha detto che le due parti hanno discusso l’intera gamma di questioni tra cui la situazione internazionale, gli aspetti regionali e le relazioni bilaterali.

Egli ha detto che le discussioni sono state significative come le due facce di preparare per il Presidente Xi Jinping's visita in India per il 2 ° Vertice Informale alla fine di quest’anno e per celebrare il 70 ° Anniversario dello stabilimento delle relazioni diplomatiche il prossimo anno.

Riferendosi al vertice informale tra il Primo Ministro Narendra Modi e il Presidente Cinese di Wuhan nel mese di aprile dello scorso anno, ha detto che era "un incontro storico", che ha fornito direzione positiva per le relazioni bilaterali.

"C’è un accordo reciproco che come due dei più grandi e più rapida crescita del paesi in via di sviluppo, che rappresentano quasi un terzo della popolazione mondiale, stabile ed equilibrato sviluppo delle nostre relazioni non solo essere di beneficio per i nostri due popoli, ma anche un fattore di stabilità in questo contesto mondiale incerto. I nostri due paesi hanno obiettivi simili in termini di fornitura di migliori opportunità per i nostri popoli," ha detto.

Jaishankar ha detto che ci sono stati progressi in un rapporto complessivo dal Wuhan vertice.

"I due paesi convengono che il mantenimento della pace e della tranquillità nelle zone di confine è essenziale per il buon sviluppo delle nostre relazioni. Per questo, le due forze armate hanno migliorato la comunicazione e l’implementazione di diverse misure di fiducia," ha detto.

Il ministro ha detto che è naturale come vicini di casa, e le grandi economie in via di sviluppo che non ci sarebbero problemi nei rapporti bilaterali.

"Il futuro dell’India-Cina rapporto, ovviamente, dipendono dal reciproco della sensibilità di ogni altro's centro delle preoccupazioni. È naturale, sia come vicini di casa, e le grandi economie in via di sviluppo che non ci sarebbero problemi nostri legami. A gestire correttamente le differenze è, quindi, fondamentale. Come i nostri leader hanno convenuto in Astana, le differenze non devono diventare controversie. Che è come India-Cina può rimanere un fattore di stabilità in un mondo incerto," ha detto.

Ha detto che la direzione positiva di legami dopo la Wuhan Vertice si è aperto un mondo di nuove convergenze.

"lo Sfruttamento di questo e di prendere i nostri legami a un nuovo livello richiede un forte sostegno pubblico in entrambe le società. I media possono dare un contributo importante a tale scopo," ha detto.

Jaishankar ha detto che il rapporto economico tra i due paesi ha visto qualche progresso.

"Il commercio bilaterale è aumentato, ma anche il nostro deficit, che è una questione di qualche preoccupazione. Apprezziamo i passi compiuti negli ultimi mesi da parte Cinese per migliorare le importazioni dall’India. Questi sforzi potrebbero espandersi per includere misure per consentire un maggiore accesso per i nostri farmaceutici e di prodotti e servizi nel mercato interno Cinese," ha detto.

Con riferimento al secondo incontro del gruppo di alto livello sul Meccanismo Culturale e Persone, Scambi di co-presieduto da lui e il Ministro Cinese degli affari Esteri, ha detto che era il risultato di un accordo raggiunto tra il Primo Ministro Modi e Presidente Xi Jinping durante la Wuhan vertice.

"questo riflette il nostro comune accordo che il potenziamento e il rafforzamento culturale e persone, scambi di contribuire allo sviluppo complessivo delle nostre relazioni bilaterali," ha detto.